Le Mie Ricette

GELATINA DI UVA FRAGOLA
Io da quest'anno grazie a mia zia nelly .( vive a Cali colombia)che mi ha fatto assaggiare il succo di uva fragalo era una bontà e cosi ho deciso di fare la gelatina di uva. per fare il il succo di uva fragola, lavare per bene l'uva fare bollire leggermente e lasciare a macerare per una notte intera. il giorno dopo centrifugare Con l'accortezza di passare più volte gli scarti nella centrifuga per sprecare il meno possibile di succo.. . E poi soprattutto ho recuperato anche la parte meno acquosa che è stata centrifugata ma si deposita sotto il filtro.State attenta per no buttare il materiale buono Per chi non ha la centrifuga vi progongo di procedere come facevo io con il frullatore (frullare il succo d'uva) e poi filtravo il tutto con un colino a maglia stretta, più volte. Una volta ottenuto il succo di uva fragola la procedura è semplice e rapida. Metto succo, zucchero e tutta insieme in una pentola a fuoco medio e non altissimo. Mescolo con un cucchiaio di silicona per far sciogliere zucchero e aspetto pochissimi minuti che il composto incominci l'ebollizione (ma non aspettate di vederla forte iniziate a contare da quando la vedete appena accennare). Contate due minuti quindi spegnete e aggiungere la gelatina mettete nella formine (io lo messa nei bicchierini da cafè ) e decorata come nella foto E' necessario che stia sul fuoco il meno possibile perchè perde il sapore naturale e il colore cosi avrà un sapore di frutta fresca e non cotta. Provatela e fatemi sapere
Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 26 gennaio 2012

torta al cuore tenero a cura di Alessandra




                         


 



decorazione natalizia 







Natale  è passato  e penso che vogliamo un po di coccole, ho pensato di condividere con vuoi amici  attimi di dolcezza ieri sera ho deciso di fare  questo gustosa torta al cioccolato e dedicata al mie nipoti Marco e Dayana

Ingredienti   
300  gr di cioccolato fondente
100 gr di burro
110gr di zucchero semolato
 mandorle tostate  20gr(ho pistacchi ect)
30gr di farina
cacao amaro 20 gr
caffè ristretto 1 tazzina 
5 uova intere
vanillina 1 bustina
a piacere un  pizzico di pepe  rosa
preriscaldate il forno a 180°


Preparazione:
Montare albumi  a neve  con 60 gr di zucchero  lasciare da parte.
 Sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato. Per fare questa operazione, mettete una pentola più piccola dentro una più grande, facendo attenzione a che la piccola non tocchi col fondo nella grande, che avrete ovviamente riempito con un po'd’acqua.

Una volta fuso il cioccolato, continuando a tenere il fornello acceso, unire  i tuorli uno alla volta con la fiamma bassa aggiungere  tutti gli ingredienti trasferite poco alla volta nella terrina principale e mescolate   incorporate gli albumi a neve  fuori dal fuoco







  
Imburrare e infarinare  un  stampo  15 cm . Versare il composto nello stampo
infornate e cuocete per 8 minuti . Aprite lo sportello, abbassate a 160° e continuate a cuocere per altri 15 minuti
 .
Una volta cotta  tiepida  , toglierli dallo stampo e servirli a piacere anche con panna e frutta di stagione,  oppure semplicemente con un fresco passito da dessert
a presto con  altre ricette.

Il mio cucciolo CLAUS

 Il nostro amore  "CLAUS" 
Lui è il bambino di casa, vivo in una villetta fronte mare con lui e con il mio compagno Luigi
Claus e la nostra vita, e tutto per noi, penso che solo chi a un animale in casa lo può  capire
La gioia che mi da quando torno a casa è  unica ...
A un carattere forte e dominante vuole comandare lui, per mangiare e peggio dei mie nipotini bisogna pregarlo e farli compagnia per tutta la sua cena. 
Dobbiamo dirgli me lo mangio ioooooooo
lui ci guarda contento e mangia...
E una comica farlo mangiare... 
Questa e una delle cose belle della vita.......... il nostro" CLAUS"







 CLAUS PICCOLO 
Luigi con il suo bambino
che tenero
nel nostro mare di casabianca
principe claus
   













BREVI CENNI STORICI : 
In origine lo schnauzer gigante era impiegato nelle regioni meridionali della Germania come conduttore delle mandrie. Verso la fine del diciannovesimo secoloipici del suo carattere sono l' equilibrio del temperamento e la fedeltà incorruttibile nei confronti del proprio padrone. I suoi organi di senso sono sono molto sviluppati come lo sono anche la sua intelligenza, la sua attitudine all ' addestramento, la sua forza, la sua perseveranza, la sua rapidità e la sua resistenza alle intemperie e alle malattie. La sua innata capacità di sopportare la fatica e la sua sicurezza fanno del riesenschnauzer il cane ideale per la compagnia e per l' impiego nell' addestramento alla difesa o all' utilità.
E un cane che ama il suo padrone, e non si fa sottomettere da nessuno ....
Eco avete conosciuto un po di cose del mio viziato cane


A presto Alessandra..



Follow by Email

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Forum

get your own embeddable forum with Talki

Visualizzazioni totali

Si è verificato un errore nel gadget

come trovate il mio blog cucinadelparadiso